100.000 euro per ridurre la TARI alle aziende

lunedì, 26 ottobre 2020

Il Comune di Prata di Pordenone affronta la crisi dovuta al Covid-19 muovendosi a favore dei cittadini e delle imprese.
L’amministrazione comunale aveva già deciso lo spostamento delle scadenze relative all’Imu per i cittadini, e per venire incontro ai contribuenti promuove anche lo spostamento in avanti delle scadenze relative alla tassa sui rifiuti: dopo metà novembre arriveranno le bollette dei rifiuti con scadenze che sono state prorogate per la prima rata al 16 dicembre 2020, mentre per la seconda al 31 marzo 2021.

L’amministrazione comunale ha valutato anche la necessità di andare incontro alle attività di Prata che durante l’emergenza sanitaria hanno risentito gli effetti economici.
Per questo sono stati stanziati complessivamente 100 mila euro, di cui circa la metà provenienti dalla Regione Friuli Venezia Giulia, al fine di ridurre la pressione a carico delle aziende con delle percentuali progressive - fino a un massimo dell’80% di riduzione – a seconda del tipo di attività e del danno economico subìto. Le riduzioni predisposte dal Comune di Prata prendono in considerazione tutto l’anno 2020 e riguardano sia la parte fissa che la parte variabile.

Il sindaco di Prata Pordenone, Dorino Favot, ha commentato: «In un periodo di grandi difficoltà come quello che stiamo vivendo, questi aiuti che abbiamo deciso di stanziare sono un sostegno per le attività commerciali e produttive. Come amministrazione siamo orgogliosi di poter dare una mano nella tenuta del sistema produttivo, a cui dedichiamo la massima attenzione».