La biblioteca attiva il servizio per asporto

giovedì, 12 novembre 2020

Dopo il DPCM del 3 novembre 2020, che ha portato alla chiusura al pubblico della Biblioteca civica di Prata di Pordenone, il servizio sta per riprendere l’attività, con una modalità completamente nuova.
Da oggi, infatti, è stato attivato il servizio di prestito dei libri per “asporto”.

Un’iniziativa nata per poter proseguire il flusso di prestito ma rispettando i protocolli di sicurezza e senza mettere a rischio la salute di cittadini e dipendenti comunali.
Il servizio funziona in questo modo: gli utenti possono prenotare il prestito dal catalogo online che si trova sul sito www.tagliamentosile.it, oppure inviando una mail all’indirizzo biblioteca@comune.prata.pn.it, oppure telefonando al numero 0434-425262.

In seguito ogni cittadino sarà contattato e sarà fissato un appuntamento per il ritiro dei libri. Questi saranno posizionati in un apposito box all’esterno della biblioteca, così da evitare ogni contatto.

Il sindaco di Prata di Pordenone, Dorino Favot, ha commentato: «Come Amministrazione crediamo moltissimo alle attività della Biblioteca e in questo periodo critico ci teniamo tantissimo a mantenere il servizio a favore dei nostri lettori anche se con modalità atipiche, ma innovative».

«Mai come in questo ultimo anno – ha precisato il vicesindaco e assessore alla Cultura Katia Cescon – le persone si sono avvicinate alla lettura, per trascorrere il loro tempo libero o per un sentito bisogno di evasione mentale da questo periodo difficile. Quale modo migliore per farlo se non con un buon libro. Il dpcm del 3 Novembre ci ha obbligati e chiudere nuovamente le biblioteche, luoghi sicuri nei quali vigeva da mesi un severo rigore nella pratica delle norme anticovid.  In questi giorni abbiamo pensato ad un sistema sicuro che ci permette di continuare a garantire il servizio di prestito dei libri ai nostri cittadini attraverso il take-away. Come si dice "la cultura non si ferma" e noi stiamo continuando a lavorare per stare accanto ai nostri cittadini sempre, attraverso questo tipo di iniziative e con attività in diretta streaming».