Zona arancione - le restrizioni in atto

giovedì, 19 novembre 2020

Con l'ordinanza 13 novembre 2020 del Ministro della salute, la regione Friuli Venezia Giulia passa dalla zona di criticità gialla a quella arancione. Le misure previste dall'ordinanza entrano in vigore domenica 15 novembre 2020.

L'ordinanza regionale FVG n.41 del 12 novembre è stata ritirata.

Di seguito in sintesi le regole in vigore in zona arancione.
 

COPRIFUOCO
Vietato uscire di casa dalla 10 di sera alle 5 della mattina, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità, salute. Serve l'autodichiarazione
Autodichiarazione - Modulo per gli spostamenti (pdf)
 

SPOSTAMENTI
Vietato spostarsi da un comune all'altro e da una regione all'altra, salvo comprovati motivi di lavoro, studio, salute, necessità. Serve l'autodichiarazione.
Autodichiarazione - Modulo per gli spostamenti (pdf)

Durante la giornata, quindi quando non c'è il coprifuoco, è consentito spostarsi all'interno del proprio comune e non serve l'autodichiarazione. Resta la raccomandazione di evitare ogni spostamento non necessario.
 

BAR E RISTORANTI
Chiusi bar, ristoranti e simili 7 giorni su 7.
Consentito fino alle 22 l'asporto, per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni.
 

CENTRI COMMERCIALI
Chiusi sabato e domenica e in tutti i giorni festivi e prefestivi. Ma al loro interno aperte farmacie, parafarmacie, edicole, tabacchi.
 

SCUOLA E UNIVERSITÀ
Didattica a distanza alle superiori, ad eccezione di studenti con disabilità e per l'uso dei laboratori. Didattica in presenza per asili, elementari e medie. Chiuse le università, salvo alcune attività per le matricole e per i laboratori.
 

TRASPORTO PUBBLICO
Riduzione del 50 per cento del trasporto pubblico, ad eccezione del trasporto scolastico (scuolabus continuano regolarmente).
 

INOLTRE
Restano chiusi cinema, teatri, musei, mostre, piscine, palestre. Restano sospese attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine, anche in bar e tabaccherie.